Anno: 2004

Località: Marina di Grosseto(GR), Via Piave

Oggetto: Progetto e realizzazione nuovo complesso edilizio

Committente: Privato

Collaboratori: Arch. Alessandro Innocenti

Rinomata località balneare lungo la costa Toscana, Marina di Grosseto ha oggi una dimensione cittadina nonostante sia nata come borgo di pescatori, dopo le bonifiche volute da Leopoldo II di Lorena, di quei territori della Maremma fino ad allora disseminati di zone paludose e malsane infestati dalla malaria. Dalle caratteristiche baracche e dalle piccole case in muratura, la città di oggi raccoglie ville, moderni palazzi, ristoranti e banche. Ancora più apprezzata dopo la creazione del suo porto turistico nel 2004 ospita, appena realizzata, una nuova residenza: il palazzo di “Via Piave” di fianco al porto, con un lato sul lungomare. L’edificio si sviluppa su sette livelli compreso il piano sottotetto. Dispone anche di un piano interrato utilizzato come autorimessa. Gli appartamenti, cinque o sei, per ogni piano, sono distribuiti su tre lati con uno spazio di circolazione centrale per un totale di trentasei unità abitative. Il volume esterno è definito dalle terrazze multiple e dagli sbalzi variabili secondo le differenti altezze. L’orginalità di questo palazzo di ottima concezione è soprattutto il suo sistema di costruzione in acciaio con un’ossatura che si sviluppa dal piano terra fino al tetto. La scelta dell’acciaio ha permesso una maggiore libertà progettuale, riducendo le dimensioni degli elementi strutturali e velocizzando i tempi di costruzione. La zincatura degli elementi in acciaio garantirà l’integrità del materiale nel tempo nonostante la salinità dell’aria. Gli impalcati sono costituiti da un gioco di travi e lamiera grecata con getto di completamento in c.a. con uno spessore soltanto di 25 cm. La resistenza dell’edificio alle forze orizzontali è affidata alla presenza di cinque travi reticolari verticali opportunamente posizionate, oltre al setto ascensore blocco scale in c.a. La copertura, in parte curva per rifarsi ai flutti del vicina mare, è costituita da travi portanti in acciaio. Concepite per favorire il soggiorno dei numerosi turisti richiamati nel centro balneare, dall’ampio arenile e dalla vasta pineta disseminata di rosmarini e ginestre, le piante degli appartamenti sono molto semplici e beneficiano di un’ottima distribuzione interna. Presentano principalmente tre spazi con soggiorno-cucina e camere disponendo sempre di un accesso alle terrazze. Le terrazze, dalle dimensioni variabili, sono studiate per ombreggiare le maestose aperture degli appartamenti. La corte, anch’essa ombreggiata da un grigliato di legno, completa l’insieme. Il rivestimento esterno parte in cotto parte in intonaco di cemento conferisce un’immagine calda e rilassante. Il mare a due pass e il comfort all’interno: un dualismo perfetto!

Testo tratto da:



EUROP’A ACCIAIO ARCHITETTURA 2007 N. 6 Pagg. 36 - 39



Bibliografia:

EUROP'A ACCIAIO ARCHITETTURA N. 6 2007 Leggerezza abitativa. Italia 2007 Marina di Grosseto (GR). Nuova costruzione edificio residenziale di "Via Piave". (Pagg. 36 - 39)

(Autore: Florence Accorsi; Fotografo: Diego Dolcini)