Anno: 2005

Località: Marina di Grosseto (GR), Ex Colonie marine

Oggetto: Proposta di piano di recupero

Committente: Privato



Il piano di recupero prevede il ridisegno di un’area ormai da tempo dismessa. Il progetto non si è limitato ad un tradizionale processo di recupero volumetrico, ma attraverso gli aumenti concessi dalle disposizioni del piano regolatore per il mantenimento di una parte di territorio, svilito negli anni, facendone un vero e proprio intervento di recupero per la riqualificazione di un area. Attraverso l’integrazione del complesso delle tre ex-colonie con il tessuto urbano esistente si darà origine ad una uniformità strutturale importante per Marina di Grosseto. Fondamentale è il recupero dell’area dal punto di vista ambientale, attraverso un intervento di ripristino del sistema rurale di dune e pineta, che nel corso degli anni è andato distrutto sull’intera costa. Gli edifici delle Colonie, con il loro andamento parallelo al mare, hanno interrotto il naturale dialogo tra mare, dune, macchiae pineta dando luogo così ad un processo degenerativo a partire dalla metà degli anni trenta della colonia S. Rocco e che poi con le costruzioni delle colonie Saragat e Bodoni negli anni cinquanta. Il nuovo progetto si contrappone a questi interventi proprio perche con esso si ricrea quello che è stato distrutto. Gli edifici avranno un andamento perpendicolare al mare, in modo tale che dal punto di vista orografico, vegetativo, ambientale e visivosi ricrei quella unità ambientale che è stata distrutta dagli inteventi precedenti.